Wowpedia
Advertisement
AlleanzaAnduin Llane Wrynn
Immagine di Anduin Wrynn
Titolo Alto Re dell'Alleanza
Genere Maschio
Razza Umano
Classe Sacerdote
Risorse Mana
Affiliazioni Giurafauce,Regno di Roccavento, Alleanza, Casa di Wrynn
Occupazione Alto Re dell'Alleanza, Re di Roccavento
Ex occupazioni Principe ereditario di Roccavento
Locazione Sconosciuta (lore)
Varie (in-game)
Stato Vivo
Parenti Landan (trisnonno)
Barathen e Varia (bisnonni)
Llane e Taria (nonni)
Varian e Tiffin (genitori)
Famiglia nobile di Ellarian (parenti materni)
Magni Barbabronzea ("zio")
Jaina Marefiero ("zia")
Mentori Varian Wrynn, Bolvar Domadraghi, Jaina Marefiero, Valeera Sanguinar
Velen
Genn Mantogrigio
Chi-Ji
Compagni Reverence (cavalcatura)

Anduin Llane Wrynn è l'Alto Re dell'Alleanza e comandante di tutte le sue forze, nonché re ereditario di Roccavento. Attualmente ricopre anche il ruolo di campione di Zovaal il Carcieriere contro la sua volontà.

Quando Anduin era solo un ragazzo, suo padre, Re Varian Wrynn, venne rapito. In assenza di Varian, Anduin fu eletto Re di Roccavento sotto la reggenza di Bolvar Domadraghi e il consiglio di Dama Katrana Prestor. In verità, Katrana Prestor era il drago nero Onyxia sotto mentite spoglie, la quale usò la sua magia oscura per dividere Varian in due. Quando una metà di Varian fece ritorno al trono di Roccavento, Anduin fu il primo a notare qualcosa di strano nell'uomo che affermava di essere suo padre. Poco tempo dopo, l'altra metà di Varian tornò a Roccavento e smascherò Dama Prestor, ma in risposta, Onyxia rapì Anduin e lo portò al suo nido al di là del mare. Malgrado le differenze tra i due Varian, il medesimo amore provato per Anduin permise loro di lavorare insieme per uccidere Onyxia e salvare il figlio dalle grifie del drago; nel processo, Onyxia riunì inavvertitamente le due metà di Varian in un uomo solo.

Anni dopo, alla luce delle riaffiorate tensioni tra l'Alleanza e l'Orda e della Rivolta degli Elementali che afflisse Azeroth, Anduin viaggiò fino alla città nanica di Forgiardente in veste diplomatica e strinse degli stretti legami con re Magni Barbabronzea e la guardia del corpo assegnatagli Aerin Mandipietra. Dopo la morte di Aerin e molti altri cittadini a causa da uno dei tanti terremoti che iniziarono a piagare Khaz Modan, Anduin assistette allla trasformazione di Magni in una statua di diamante nel corso di un rituale della terra andato storto e fu costretto a rimanere a Forgiardente dopo che la figlia estraniata di Magni, Moira Thaurissan, prese controllo della città. Varian si infiltrò a Forgiardente per porre fine al regno di Moira, ma Anduin lo convinse a risparmiarle la vita e a istituire invece il Concilio dei Tre Martelli per governare i clan nanici. Nel corso di tutti questi eventi, Anduin visitò spesso la sua zia surrogata Jaina Marefiero nella città di Theramore e, dopo un incontro casuale, strinse una profonda amicizia con il capo tauren Baine Zoccolo Sanguinario.

In contrasto al suo risoluto padre guerriero, Anduin è meditativo e diplomatico, e nel periodo del Cataclisma decise di intraprendere il percorso di sacerdote della Chiesa della Luce Sacra, supplicando in seguito il capo draenei il Profeta Velen ad accettarlo come pupillo. Similarmente a Jaina Marefiero prima della caduta di Theramore, Anduin inseguì l'ideale di un modo pacifico per mettere fine al conflitto tra Alleanza e Orda.

Mesi dopo, Anduin naufragò nel misterioso continente a lungo dimenticato di Pandaria. Re Varian inviò immediatamente alcuni agenti dell'IR:7 a recuperare suo figlio, ma Anduin si rifitò di essere salvato fino a che ci sarebbero state opportunità di aiutare gli abitanti di Pandaria. Anduin si avventurò attraverso il continente, studiando il Venerabile Celestiale Chi-Ji la Gru Rossa e aiutando a combattere l'antica minaccia dello sha, spiriti oscuri che si nutrivano di energia negativa. Anduin giocò un ruolo fondamentale nel prevenire che lo spietato capoguerra Garrosh Malogrido utilizzasse lo sha come un'arma, pur arrivando a un passo dal perdere la vita nel processo. Mentre si riprendeva, Anduin fece la conoscenza dell'eccentrico Principe Nero Irathion. Alla fine, Garrosh fu rovesciato e processato a Pandaria. Anduin fece spesso visita al Malogrido in catene nella sua cella, salvandogli la vita quando seppe da Vereesa Ventolesto che il suo cibo era avvelenato.

Anduin sotto il controllo del Carceriere

Anni dopo, Roccavento perse tragicamente il suo re in battaglia contro i demoni invasori della Legione Infuocata. Dopo la morte di Varian, Anduin salì permanentemente al trono di Roccavento. Di fronte all'assalto della Legione, Anduin assunse la certezza che sarebbe stato impossibile raggiungere una pace duratura senza versamenti di sangue, e lavorando per salvare vite e fermare l'avanzata dei demoni, fu obbligato a conciliare il suo desiderio di pace con la necessità di guerra. All'alba della sconfitta della Legione Infuocata, una guerra globale con l'Orda (guidata adesso dalla capoguerra Sylvanas Ventolesto) mise a repentaglio tutto ciò a cui Anduin teneva. Benché guidasse le armate dell'Alleanza da una parte all'altra di Azeroth, rimase fedele al suo ideale di mettere fine allo spargimento di sangue, anche se questo significava sporcarsi le mani. La guerra si concluse con l'abbandono dell'Orda da parte di Sylvanas, che aprì in seguito un portale per le Terretetre, il reame della morte, dove i suoi alleati fecero prigionieri Anduin e gli altri condottieri di Azeroth nella Fauce. Nonostante la liberazione degli altri confinati, Anduin rimase prigioniero di Sylvanas e del suo alleato, il Carcierere, per poi venire schiavizzato da quest'ultimo e trasformato in un vascello della volontà del Carceriere.

Anduin prende il nome da due figure altamente venerate della storia di Roccavento: suo nonno Re Llane Wrynn I e il leggendario Anduin Lothar. In Battle for Azeroth, Anduin ha diciotto anni compiuti.

Anduin rappresenta uno dei protagonisti principali dell'universo di Warcraft.

Advertisement